Una delle sorprese meno piacevoli che si vorrebbero ricevere nel 2021 è quella di un aumento della bolletta del gas. Ma notoriamente è proprio nel primo trimestre dell’anno che, a causa delle basse temperature e del maggior ricorso ai sistemi di riscaldamento, i costi tendono a lievitare! Un modo efficace per tenere sotto controllo i consumi è certamente quello di saper leggere e decifrare quanto riportato dal contatore del gas.

Contatore del gas: a cosa serve?

Il contatore del gas, che sia nuovo o un modello più vecchio, è il principale collegamento tra le nostre case e la rete di distribuzione. Esso misura il volume di gas che viene impiegato nella propria abitazione, restituendolo in un valore numerico in metri cubi. Saper leggere i valori del proprio contatore è fondamentale per evitare di subire aumenti inaspettati nella bolletta.

Nei condomini i contatori del gas sono solitamente posizionati tutti in un vano comune, identificabili dall’indicazione dei cognomi dei membri dello specifico appartamento. Mentre nelle case private solitamente viene posizionato in un’area esterna, in un apposito armadietto o abitacolo, sul terrazzo, in giardino o sul balcone.

Le tipologie di contatore

I contatori del gas possono essere divisi principalmente in tradizionali e nuovi modelli, i famosi contatori teleletti.

Ognuna delle due tipologie ha un metodo di lettura diverso.
I contatori del gas tradizionali presentano una serie di numeri bianchi, a volte su uno sfondo nero, altre volte rosso. Quelli che indicano il consumo di gas hanno uno sfondo nero e sono una stringa di 5 numeri. Se dovessero esserci degli zeri alla sinistra del numero non devono essere considerati.

I contatori teleletti di nuova generazione, invece permettono alla società di riferimento di leggere i valori, e di conseguenza i consumi registrati sul contatore anche a distanza, senza doversi recare periodicamente nell’abitazione.

Perchè conviene fare l’autolettura

Che il contatore che avete in casa sia teleletto o meno, è comunque consigliabile verificare autonomamente i propri consumi per comprendere meglio le proprie abitudini di consumo e verificarne la corrispondenza in bolletta. Per effettuare l’autolettura del contatore di nuova generazione, bisogna leggere i valori sullo schermo retroilluminato tralasciando quelli successivi alla virgola. Il valore sul contatore probabilmente non è subito visibile. In questo caso il display deve essere acceso tramite un apposito bottone facilmente riconoscibile, visto che non sono presenti altri comandi vicino al display.

Come comunicare l’autolettura del gas

Una volta letto ed appuntato il proprio valore di riferimento sul contatore bisogna comunicarlo al fornitore di energia. Questa operazione non può essere in ogni momento. Il periodo utile per comunicare l’autolettura può essere trovato tra le indicazioni sulla propria bolletta. I valori che leggiamo sul contatore possono essere poi comunicati in vari modi ma noi di Camer Gas & Power abbiamo messo a punto un’app gratuita (puoi scaricala su App Store o Play Store) per tutti i clienti che permette di inviare direttamente i dati dal proprio smartphone. Per chi preferisse metodi più tradizionali, è possibile utilizzare una email, il numero verde, un semplice sms o recarsi direttamente nel Camer Point più vicino.

Lascia un commento